RACCOLTA DI FONDI PER L’UCRAINA ALL’OTTAVO COLLE

26 Aprile 2022 Nella parrocchia di San Vigilio vendita di beneficienza di opere d’arte per la raccolta fondi a favore dell'Ucraina.

26 Aprile 2022 Nella parrocchia di San Vigilio vendita di beneficienza di opere d’arte

Come era stato annunciato in occasione dell’incontro per la Festa dell’8 Marzo su Cara Garbatella

“L’Associazione 7+1 Ottavo Colle”, attiva nell’VIII Municipio, ha organizzato nei giorni 23-24-25 Aprile, una vendita di beneficienza di opere d’arte e lavori artigianali generosamente offerti dagli autori.  Come nella precedente occasione, anche stavolta, la manifestazione si è svolta nei locali della chiesa di San Vigilio in via Paolo di Dono. 

Il ricavato a favore della popolazione ucraina

In questo lungo weekend negli spazi parrocchiali sono stati messi in mostra per essere venduti: dipinti, composizioni artistiche, creazioni artigianali di varie dimensioni e materiali. Si va da quadri ad olio, ad acquarelli con vedute della via Appia, a ritratti fatti a pastello, a grandi borse e collane realizzate riciclando materiali di tutti i giorni (bottoni, cravatte, capsule usate del caffè, ecc.). Il ricavato sarà messo a disposizione del parroco don Alfio e quindi indirizzato attraverso la Caritas Diocesana a favore dei bisogni della popolazione ucraina.

Stamattina abbiamo incontrato, nei locali dove sono esposte le opere due membri dell’associazione organizzatrice, la professoressa Letizia Marino e la deputata Grazia Labate, che hanno sottolineato come: “La generosità della gente è fondamentale in questi frangenti. Si devono procurare aiuti a chi ha bisogno praticamente di tutto. Mentre le armi sparano e uccidono per fortuna c’è chi pensa ai profughi, ai feriti e a tutte le loro necessità. Il nostro ringraziamento va agli artisti che hanno donato i loro lavori e alla parrocchia di S. Vigilio che ci ha aiutato”.

Di Enrico RECCHI

Altri Articoli

Articoli

Economia ed Etica

Vincenzo TangorraEconomia ed Etica(Marcianum Press, 2023) Interverranno:Grazia Labate, docente di Economia alla York University, InghilterraTeresa

Leggi articolo »